Breve aggiornamento sul Campus San Paolo

Mi capita spesso di passare nella zona dove si sta costruendo il nuovo Campus San Paolo (via Caraglio, in zona San Paolo) e così seguo l’andamento dei lavori.
In un mio precedente articolo (Nuove residenze per studenti in zona San Paolo) avevo dato alcune informazioni raccolte on-line in merito a questo intervento di riqualificazione, inserito nel Master Plan delle residenze universitarie per studenti fuori sede del Comune di Torino.
residenze studenti San Paolo1
Al 10 aprile 2015 l’andamento dei lavori è a questo punto (foto fatte con smartphone, mi spiace, non di alta qualità):
residenze_10-04-14_1

Facciata principale del Campus San Paolo vista da dietro il parcheggio del supermercato Bennet (via Renier numeri interni)

residenze_10-04-14_2

Facciata principale del Campus San Paolo vista da dietro il parcheggio del supermercato Bennet (via Renier numeri interni)

Grazie alla gentile risposta avuta da uno degli architetti che realizzeranno l’area interna del complesso residenziale, ora posso aggiungere qualche informazione in più.
Innanzi tutto in questi giorni è stato attivato il sito web del Campus San Paolo (http://campussanpaolo.it/) con tutte le informazioni in merito al progetto, all’andamento dei lavori e ai contatti.
Poi, il team di architetti “Archispritz” (Anna Chiara Fausone,  Patrizia Vaccaro e Anna Lisa Barbera Fortuna) hanno vinto il bando per la progettazione della piazza interna del Campus con la loro poposta “Ideato” (http://www.archispritz.com/campus-sanpaolo-torino-ideato-un-concorso-di-idee/), un’idea aperta alla multiculturalità e all’incontro di culture diverse.

Riqualificazione della residenza “Campus Sanpaolo” a Torino, il progetto vincitore.

A fine marzo avevo chiesto sia agli architetti di Archispritz sia all’Arch. Bossolono (progettista del Campus e direttore dei lavori) qualche dato sulla sistemazione dell’area esterna, sull’accessibilità (disabili e veicolare), sul numero di posti auto (previsti per gli studenti e per i cittadini residenti in zona) e/o mezzi ecologici alternativi (bike sharing…), inoltre se è stata fatta una valutazione d’impatto sul quartiere (ricadute economiche e sulla viabilità).

Alcuni primi dati mi sono stati forniti dall’Arch. Patrizia Vaccaro: “Dopo la vittoria del concorso di idee, Fabrica SGR ci ha dato la possibilità di realizzare l’opera che avevamo progettato, affidandoci la Direzione Artistica della piazza, ma lasciando comunque la Direzione Lavori all’Arch. Bossolono.
Ovviamente dovevamo ripensare la piazza per stare all’interno del budget che era stato preventivato per tale opera. Pertanto abbiamo dovuto fare qualche modifica al progetto, utilizzando una pavimentazione in autobloccanti, anzichè l’asfalto colorato in pasta, pur mantenendo sempre il disegno dei meridiani e paralleli che verrà realizzato mediante l’uso di autobloccanti di diverso colore. 
Abbiamo ridotto la quantità di led a terra ed eliminato la piattaforma fotovoltaica.
Anche le soft rockers, essendo ancora un prototipo del MIT non sono state impiegate, ma al loro posto verranno utilizzate delle chaise longue di una Ditta Italiana. 
Aimè anche la parete verde è stata eliminata, sia per ragioni di natura economica, ma soprattutto perchè è stata modificata l’accessibilità dei vvff alla piazza e tale parete non avrebbe più avuto senso in quella posizione.
Ad oggi, l’impresa appaltatrice dell’opera, sta approvvigionando i materiali per la realizzazione della piazza, e i lavori che dovrebbero terminare a settembre 2015 per l’inaugurazione dell’anno accademico.
Per quanto riguarda invece, le domande relative alla sistemazione esterna dell’area non saprei dare molte informazioni. Che io sappia, teoricamente la piazza interna dovrebbe essere un parcheggio (per il rispetto della Legge Tonioli) ma questo verrà fortemente disincentivato.
Sono previsti degli stalli per biciclette, ma non credo sia previsto il bike sharing, anche perchè noi abbiamo scelto la tipologia di stallo per le bici che saranno installati.”
Qui ulteriori informazioni sul progetto del Campus (http://campussanpaolo.it/site/il-progetto/).
Man mano che avrò qualche dato in più sul progetto o su eventuali modifiche in corso d’opera, aggiornerò il mio articolo, così come per eventuali rettifiche.

AGGIORNAMENTO AL 10 DICEMBRE 2015: lavori ultimati (non so se in tutte le parti) e palazzine inaugurate il 27 ottobre 2015, con presenza delle istituzioni e una manifestazione di protesta da parte del gruppo di studenti universitari “Studenti Indipendenti” (http://www.lastampa.it/2015/10/27/cronaca/agli-studenti-il-nuovo-campus-san-paolo-non-piace-ltbXbROIeBHi3I6Uu9KhqL/pagina.html). A parte l’iniziale cortesia e la disponibilità delle architette progettiste di Archispritz, non ho più avuto alcuna risposta alle mie domande… ma tanto c’è tutto scritto sul sito del Campus e sul relativo profilo Facebook (dove trovate tutte le foto e le comunicazioni ufficiali). Nel ringraziare chi mi ha cortesemente risposto, posto solo qualche ultima foto che ho potuto scattare passando da quelle parti.

IMG_20151209_165957 IMG_20151209_170047 IMG_20151209_170112

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Chiara Maggiore
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...